LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La morte di Venezia: un libro accusa Massimo Cacciari
di Tomaso Montanari
28 luglio 2013 il Fatto quotidiano



Arriva finalmente in libreria Il politico della domenica. Ascesa e caduta di Massimo Cacciari. Da qualche tempo questo mirabile pamphlet dello storico veneziano Raffaele Liucci circolava per email: visto che non si era trovato un editore abbastanza anticonformista e coraggioso. Ma ora, grazie a Stampa Alternativa, con un euro si pu comprare un piccolo, ma prezioso, pezzo di verit sullItalia di oggi.

La prima elezione a sindaco di Cacciari, nel lontano 1993 ammette Liucci suscit in citt enormi speranze (quorum ego), allindomani della caduta in disgrazia del doge De Michelis. Ma il bilancio della sua discesa in campo stato assai deludente, al pari di quanto accaduto con laltra illustre discesa nellagone politico, quella del cavalier Berlusconi. E oggi, continua lo storico:

I risultati sono sotto gli occhi di tutti: Venezia non pi una citt in declino, ma una citt morta, spogliata da un turismo rapace e distruttivo, simboleggiato dalle gigantesche navi da crociera che solcano il delicatissimo canale e la Giudecca e proseguono il loro viaggio costeggiando Piazza San Marco e rilasciando nellaria lequivalente di 14.000 veicoli al giorno.

Si dovesse scegliere un luogo-simbolo del disastro perpetrato dal Cacciari amministratore, bisognerebbe indicare il Lido: Se Gustav von Aschenbach, il protagonista di Morte a Venezia, potesse un giorno non remoto risorgere e far ritorno al Lido, si sparerebbe un colpo di pistola alla tempia. Annichilito non da un efebico biondino polacco, ma dal paesaggio sanguinante. Perch per reperire i fondi necessari alla costruzione del nuovo Palazzo del Cinema, il Comune allora retto da Cacciari e con lattivo coinvolgimento dellassessore al Patrimonio, Mara Rumiz ha ceduto agli immobiliaristi spiagge, parchi, forti, antichi edifici: tutti beni, sulla carta, super tutelati.

Il disprezzo per le regole nutrito dal guru della sinistra televisiva italiana conosce il vertice nella incredibile vicenda del Ponte di Calatrava, sul Canal Grande: che secondo Cacciari, avrebbe dovuto far concorrenza a Trinit dei Monti, e invece s rivelato un ponte maledetto, di debolissima costituzione. Realizzato talmente male (problemi di statica, unovovia mai partita, scivolosissimi gradini di vetro allorigine di numerosi infortuni, per i quali sono gi state aperte una quarantina di cause per danni) che persino larchitetto spagnolo ne ha poi preso le distanze (lo stesso era accaduto con i progettisti del Palazzo del Cinema, che non avevano mai pianificato la distruzione di una bellissima pineta, per la cui salvezza serano invano mobilitati anche gli attori di Hollywood). Non basta. Il quarto ponte sul Canal Grande ha registrato pure un vertiginoso lievitare dei costi, pare dellottanta per cento. Tanto che, notizia di questi ultimi mesi, sono stati citati in giudizio per danno erariale (quasi 4 milioni di euro), lo stesso Santiago Calatrava e tre ingegneri, responsabili del procedimento o direttori dei lavori. Ma il procuratore regionale della Corte dei Conti, Carmine Scarano, ha criticato pesantemente anche lex sindaco Cacciari, che avrebbe cercato di nascondere [...] una serie incredibile di errori gravi commessi dalla stessa amministrazione a partire dalla fase progettuale.

Dopo aver demolito il sindaco, Liucci atterra il filosofo, non fermandosi neanche di fronte al santuario intoccabile anche per i pi liberi polemisti italiani, e cio il potere clericale: Cacciari ateo fra virgolette il filosofo prediletto dai clericali di casa nostra. Una fitta schiera, che va dallex patriarca di Venezia Angelo Scola (il padre spirituale dei ciellini, che non ha mai fatto mistero di reputare Renato Farina alias Agente Betulla il miglior giornalista italiano) a don Verz (primo prete capomafia della storia dItalia, come ha avuto laudacia di definirlo il pur moderato Francesco Merlo. Il quale don Verz, non a caso, una decina di anni fa ha chiamato Cacciari a Milano a dirigere, in qualit di prorettore, la facolt di Filosofia del San Raffaele (in via Olgettina).

No: non un personaggio de La Grande Bellezza. proprio tutto vero.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news