LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Verona. Polo finanziario, 458 emendamenti. Ai beni storici penseremo dopo
Ferruccio Pinotti
L'arena di Verona 18/3/2005

Nonostante le garanzie scritte offerte da tre grosse figure come il presidente della Fondazione Cariverona Paolo Biasi, dal presidente del Banco Popolare di Verona Carlo Fratta Pasini e dall'amministratore delegato della Cattolica Assicurazione Ezio Paolo Reggia in merito alla realizzazione, a Verona Sud, di un innovativo polo finanziario, il centro-destra ha iniziato in Consiglio comunale una durissima opposizione contro il progetto. Il quale mira alla riqualificazione dì un'intera area delia città, a dar vita a un polo museale unico (sito all'Arsenale), al recupero di Castel San Pietro, all'estinzione dei debiti per l'acquisto da parte del Comune della caserma Passalacqua. Il tutto portando nel contempo 36 milioni di euro nelle casse comunali.
Un piano - quello pensato da Biasi, Fratta Pasini ed Ezio Paolo Reggia - che ha come obiettivo quello di dare nuovo impulso a Verona attraverso un'operazione patrimoniale (e immobiliare) senza dubbio complessa, ma ricca di sviluppi.
Eppure, com'è apparso evidente nel Consiglio comunale dell'altro ieri (con la relazione di minoranza del capogruppo di Forza Italia Pierluigi Bolla) il centro-destra intende rimettere in discussione tutto l'impianto della delibera numero 46 e gli accordi intercorsi tra Comune da un lato e Fondazione, Popolare e Cattolica dall'altro.
Prova concreta ne sia il fatto che ieri l'opposizione ha presentato 458 emendamenti. Il che, salvo futuri accordi, fa presagire un pesante ostruzionismo.
Chiariamo prima, sia pure semplificando molto, i termini dell'operazione. Il Comune cede alla Fondazione Cariverona l'area all'interno dell'ex Mercato Ortofrutticolo (dove sorgerà il polo finanziario-bancario-assicurativo) per 33 milioni di euro palazzo Gobetti (sede del museo civico di storia naturale) per altri 5,6 milioni di euro: palazzo Pompei (sede del museo di Scienze naturali) per 1,5 milioni di euro; Castel San Pietro per 11 milioni di euro. Ne deriverebbero entrate al Comune per poco più di 61 milioni di euro, ma soprattutto la riqualificazione di aree e beni che richiedono investimenti enormi. Da questi 61 milioni vanno detratti 24.9 milioni di euro, che il Comune ancora deve alla Fondazione che ha finanziato nel 2002 l'acquisto (dal ministero della Difesa) della caserma Passalacqua.
Ne deriverebbe al Comune un introito di 36 milioni di euro (parte dei quali da reinvestire in opere di urbanizzazione e infrastrutturali). Ma poiché accanto al polo finanziario sorgerà un'area rea-sidenziale pregiata, il Comune progetta di incassare altri 30 milioni di euro. L'obiettivo è chiaro: una città rinnovata e un'amministrazione a posto.
Ma approvare il progetto sottoscrìtto dalle tre realtà (Fondazione Cariverona, Banco Popolare, Cattolica Assicurazione) potrebbe significare «promuovere» la giunta comunale. Da qui 1500 emendamenti. Ieri hanno iniziato ad argomentare, contro la delibera, Vito Giacino di Forza Italia e Luca Bajona di Alleanza Nazionale, secondo i quali la delibera è «un'alienazione non coperta da garanzie sul polo finanziario». La delibera per la Cdl va quanto meno scorporata: «city» da un lato, palazzi storici dall'altro.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news