LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Egadi, la tutela non funziona
Isabella Napoli
La repubblica - ed. Palermo 23/3/2005

Un atto d'accusa documentato in un dossier di oltre duecento pagine che investe l'attuale gestione dell'Area marina protetta delle isole Egadi, la più grande d'Europa. Il dossier è da pochi giorni sul tavolo del ministro dell'Ambiente Altero Matteoli e del direttore generale del ministero Aldo Cosentino, che duegiorni fa hanno inviato due esperti per «verificare» lo stato delle calette di Marettimo e dei campi boe posizionati dall'ente gestore, il comune di Favignana. A denunciare «gravi inadempimenti» e a chiedere «l'affidamento temporaneo alla Capitaneria di porto di Trapani» è la commissione di riserva dell'area marina protetta, un organo di controllo costituito dai rappresentanti delle associazioni ambientali e delle categorie economiche e nominato dal Ministero. Il cahiers de doleances è stato redatto dal presidente, l'avvocato palermitano Giovanni Lima, e dai componenti Maria Guccione, rappresentante della Camera di commercio di Trapani, Paola Rinelli, esperta biologa, Pietro Cannella, deputato parlamentare di An e rappresentante della Regione, Liliana Maida, esponente dell'associazione ambientalista MareVivo, Stefano Rigirello, agronomo, Giacomo D'Ali, rappresentante della Regione.
Nel lungo elenco di carenze contestate alla gestione, che dura dall'ottobre 2003 ci sono l'installazione di boe inadeguate nei campi ormeggio a Cala Conca e a Scalo Maestro a Marettimo, boe attualmente disancorate e trascinate sulle rocce nellezonedel Castello e diCala Conca;la mancanza di interventi per arginare la pericolosa erosione delle coste di Marettimo tra le località di Scalo Nuovo e Madonna del Rotolo e tra Madonna del Rotolo e il Cimitero, dove da anni non è possibile fruire delle spiagge per il pericolo reale di caduta massi. La commissione aveva sollevato alcuni mesi fa il caso sulla nomina a direttrice della riserva di Liliana D'Angelo, imprenditrice trapanese, per carenza di requisiti, in primo luogo la laurea e il dirigen-
te del ministero Aldo Cosentino aveva stoppato a gennaio scorso il rinnovo dell'incarico. Ma il sindaco forzista di Favignana Gabriele Ernandez, nonostante un'interrogazione del gruppo consiliare di centro sinistra, con delibera di giunta le ha riconfermato la fiducia con questa spiegazione: «Abbiamo chiesto al ministero una interpretazione della norma sui requisiti del direttore di riserva, che possono anche essere maturati negli anni e attendiamo una risposta». Attualmente, la D'Angelo non percepisce alcun compenso, perché il ministero non ha autorizzato gli emolumenti nei suoi confronti.
«È una battaglia politica — si schermisce la D'Angelo — che An e l'avvocato Lima, molto vicino al ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, stanno scatenando contro una riserva che ha dato lavoro a moltissimi giovani e che funziona». Per Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente nazionale «è il più deciso strappo tra una commissione di riserva e un ente gestore a cui abbiamo mai assistito. Potrebbe verificarsi quello che è già successo a Ustica con il conseguente passaggio ad una gestione provvisoria della capitaneria».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news