LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA: PIANO PAESAGGISTICO STRUMENTO PER VALORIZZARE IL TERRITORIO MONTANO
Notiziario Marketpress di Martedì 04 Giugno 2013



Pracchia (Pt), 4 giugno 2013 – Ha fatto tappa a Pracchia, nel cuore della montagna pistoiese, il viaggio del Piano paesaggistico in Toscana. Una serie di incontri con amministratori, ma anche con i cittadini e le loro associazioni per presentare e discutere il Piano del paesaggio che la Regione sta portando a compimento in collaborazione con le Università toscane. Nell’incontro pubblico che si è svolto nell’ex-albergo Piernovelli di Pracchia l’assessore Marson ha spiegato che “il Piano costituirà il principale strumento di governo, di tutela e di valorizzazione di quel patrimonio essenziale per la comunità toscana e per il suo futuro che è il suo paesaggio, un bene comune primario e la sua principale ricchezza ‘materiale’. Di quel bene e di quella ricchezza le montagne e i loro paesaggi sono una parte cospicua: forse meno presente nell’immaginario collettivo internazionale e nelle percezioni più diffuse della bellezza del territorio toscano, ma comunque essenziale per la sua struttura, la sua qualità, le forme e i percorsi delle sue terre di confine. E’ questo che qui a Pracchia abbiamo voluto ribadire”. Tra le specificità di questo territorio montano affrontate dal Piano e discusse con i cittadini e le associazioni presenti c’è il patrimonio pre e protoindustriale (mulini, seccatoi, ghiacciaie, segherie, fornaci, ferriere e cartiere ecc.) da recuperare. Importante anche promuovere il riutilizzo del patrimonio abitativo inutilizzato, come è avvenuto per l’ex-albergo Fiornovelli, trasformato in centro culturale di aggregazione su iniziativa e con le risorse degli abitanti e della Pro loco, oltre al recupero delle aree a pascolo perdute negli ultimi decenni per l’avanzata del bosco sui terreni in stato d’abbandono. “Il piano paesaggistico è un piano che si propone di guidare le trasformazioni – ha proseguito l’assessore regionale -, coniugando lo sviluppo con la salvaguardia del patrimonio culturale, in questo concorrendo ad attuare la stessa Costituzione. Una volta adottato, il piano offrirà un quadro di riferimento certo per amministratori, committenti e progettisti delle condizioni di intervento nelle aree sottoposte ai vincoli paesaggistici decretati nel corso del tempo dallo Stato”. “Per quanto riguarda il territorio regionale nel suo complesso – ha sottolineato Marson – il piano, in sintonia sia con il Codice dei beni culturali e del paesaggio che con la Convenzione europea del paesaggio, punta ad approfondire e condividere una maggiore conoscenza della ricchezza e varietà dei paesaggi regionali, definendo regole comuni alle diverse pianificazioni e interventi”. Questo appuntamento tra le montagne dell’Appennino pistoiese non è stato comunque l’unica tappa montana della presentazione del Piano paesaggistico. Infatti, dopo essere stato già discusso nella propria impostazione proprio tra le montagne casentinesi (luglio 2012), il Piano avrà una nuova verifica prossimamente nelle Apuane. Mentre altri e differenti ambiti paesaggistici del Piano verranno presentati e discussi con le popolazioni interessate in altrettanti contesti emblematici: ad esempio, a Cortona il 10 giugno, e a Capalbio il 28 giugno.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news