LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

(Napoli) La scommessa del ticket
Mauro Giancaspro
Il Mattino

CHISSÀ se i turisti che verranno a Napoli per il maggio cittadino, speriamo siano tanti, si meraviglieranno nel pagare un ticket per alcune delle manifestazioni. Probabilmente troveranno la cosa assai naturale come succede a noi quando ci mettiamo a fare i turisti: non battiamo ciglio ad ogni biglietteria, quando, tornati a casa, addirittura lodiamo abitudini del genere e commentiamo che fanno bene, al nord e all'estero, a valorizzare adeguatamente tutto quello che hanno e a farsi pagare. Il programma del Maggio non è stato ancora reso pubblico, forse non è nemmeno stato messo completamente a punto; sappiamo che il tema sarà «Napoli mediterranea, culture a confronto».
Sappiamo anche che nel corso di sei week end, dal 23 aprile al 29 maggio, rivisiteremo i nostri siti storici, rivedremo, finalmente, la stupefacente Farmacia degli Incurabili, assisteremo forse ad un concorso ippico a Piazza del Plebiscito, andremo ai concerti e che pagheremo il biglietto, da tre a cinque euro per le visite guidate e alcune iniziative. Resta da vedere cosa si pagherà e cosa sarà gratuito, come la prenderanno le associazioni prima finanziate dal Comune e soprattutto
come la prenderanno i napoletani. Il prezzo è sicuramente irrisorio; basti pensare a quanto costano i parcheggi.
Il Comune e l'assessore Parente scommettono sull'entusiasmo e sull'efficacia delle Associazioni. Che i soldi siano pochi non è una novità. Chi fa cultura ed organizza eventi si misura da sempre con l'anemia endemica della cassa. Ma la grande scommessa non è rappresentata né dai turisti né dalle associazioni, ma da noi napoletani. Sono passati tredici anni da quell'indimenticabile «Monumenti Porte aperte»: due giorni di maggio, il 9 e il 10, nei quali ci buttammo in una spaventosa calca alla scoperta entusiastica di quei monumenti che avevamo visto sempre, quasi dispettosamente, chiusi. Era il primo esperimento del genere in Italia, dopo quello francese, antesignano in questo campo, del 1984. Ci contarono: scendemmo in strada in centomila. L'anno dopo nel '93 addirittura in cinquecentomila. Chi presentò allora l'iniziativa auspicò che potesse diventare un «appuntamento ricorrente». Nel 1995 la svolta: nacque Maggio dei Monumenti. I weekend d'appuntamenti aumentarono fino a coprire tutto il mese. Da allora non solo monumenti, ma anche spettacoli, escursioni, incontri, mostre: non solo chiese, palazzi e musei, ma la città intera. Per dieci anni ci siamo goduti il Maggio, regalatoci dal Comune. Quest'anno dobbiamo verificare se ci è piaciuto tanto da essere disposti anche a pagarcelo, sia pure in maniera quasi simbolica. Staremo a vedere con i più fervidi auguri a chi questa volta scommette, con coraggio, su di noi e su quanto, in un decennio, siamo cresciuti.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news