LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AUTOSTRADA: UN TRACCIATO TRA LE CASE
di VALENTINO BISCONTI*
MERCOLEDÌ, 15 MAGGIO 2013 IL TIRRENO - Grosseto





AGLI AMBIENTALISTI Rileggetevi le proposte che ho fatto in passato E schiaritevi le idee sulle vostre contraddizioni

Sempre nello spirito di fare chiarezza, su un argomento così importante e complesso come quello dell’autostrada Tirrenica, vorrei ricordare a tutti che il tracciato ultimo proposto dalla Sat (quello blu) è un vero scandalo sia dal punto di vista urbanistico-territoriale, che per gli aspetti economici-produttivi. 1. Nel tratto Fonteblanda-Albinia, con la previsione di due megacurvoni per avvicinarsi alla ferrovia e con l’attraversamento di una strada provinciale oltre che di quelle interne, si vanno a compromettere cinque aziende biologiche, due canali di bonifica e un allevamento di bestiame “biologico”, determinando così, vicino alla costa, un notevole impatto paesaggistico, idraulico e nelle aree agricole retrostanti un più che forte impatto ambientale ed economico. Non si capisce perché le attività agricole, innovative nel settore ecologico e di grande importanza dal punto di vista turistico-ricettivo (agriturismi), non debbono avere la stessa rilevanza di una qualsiasi area produttiva (le zone con capannoni si aggirano e quelle ad agricoltura avanzata no). 2. La stessa zona è interessata dalla presenza di due (2) importanti canali di bonifica in un’area a rischio di esondazione, così come l’ultima alluvione di novembre ci ha dimostrato e “ricordato”. Ma come si fa a pensare e quindi a progettare e realizzare in un tratto così importante di pianura (geologicamente definita alluvionale) una autostrada tutta su terrapieno come previsto dalla Regione? Oppure è già previsto che il progetto andrà modificato e si realizzerà tutto su un viadotto? Ma forse i costi ambientali che dovrà sostenere lo Stato in futuro non interessano a nessuno? E l’impatto paesaggistico di una tale struttura, uno sbarramento non solo visivo lungo molti chilometri, non interessa a nessuno? La Regione e il Ministero con la Soprintendenza locale ci hanno pensato? Come consigliere provinciale ritengo necessario che gli strumenti di pianificazione vengano rivisti in base a quanto successo nel novembre 2012. 3. Sull’Albegna il nuovo ponte autostradale dovrà essere ancora più alto dell’esistente strada statale 1, e nella zona del Guinzone cosa ci sarà? Un altro terrapieno o viadotto? Bene, saremo circondati e fatti tutti prigionieri tra i rilevati, gli argini della ferrovia, dell’Aurelia, dell’Albegna, dell’Osa, e tra i “tuboni antirumore” dell’autostrada che ci impediranno tra l’altro, per vari chilometri, di continuare a vedere la nostra Maremma. Grazie Regione e Stato. Ci sapete proprio fare nel giudicare quale doveva essere il tracciato migliore. 4. Dopo c’è la zona di Patanella, delle Quattro Strade, di Campolungo, di Orbetello Scalo, del Pitorsino con gli impianti di itticoltura, con le zone artigianali, con alberghi, ristoranti, attività commerciali e produttive (Sitoco e Sipe Nobel), con le zone residenziali, in vicinanza della laguna e di zone agricole importanti con vivai e con serre. Come si può far passare un’autostrada in mezzo alle case, ai capannoni, ai pochi spazi liberi e non costruiti e come si fa a sostenere per anni i cantieri aperti per la costruzione? E il rumore, l’inquinamento dell’aria, quello luminoso, sono stati valutati? Non solo per gli uomini ma anche per gli animali, visto che la laguna è sito di interesse comunitario. E le distanze di sicurezza previste dalle leggi dove sono? Forse tutto ciò non ha importanza. Questo è un paese dove si fanno leggi per non applicarle. 5. Ai cosiddetti ambientalisti vorrei dire di rileggere le mie osservazioni sui progetti del passato. Hanno bisogno di schiarirsi le idee rispetto alle loro contradditorietà. 6. Ancora oscuri ai più, compresa qualche istituzione, sono i costi di realizzazione del tratto 5B e il confronto economico tra le ipotesi di tracciato. Informazioni che faciliterebbero valutazioni più oggettive.
(*) Consigliere provinciale Sel



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news