LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Abusivismo, 800 mila richieste di sanatoria
CRISTOFORO SPINELLA
La Repubblica 08/05/2013, pagina 4 sezione PALERMO



QUASI 800 mila edifici in attesa di sanatoria, 52mila dei quali a meno di 150 metri dalla costa. Le cifre comunicate ieri dall' assessorato regionale al Territorio aprono uno squarcio sull' abusivismo edilizio in Sicilia. «Sono numeri estremamente allarmanti, anche perché riguardano solo gli abusi dichiarati. Adesso bisogna dire basta ai condoni», dice Giampiero Trizzino del Movimento 5 Stelle, presidente della commissione Ambiente e Territorio dell' Ars. «Questo dato drammatico dimostra l' ampiezza del degrado urbanistico e paesaggistico della Regione: è proprio con le promesse continue di sanatorie che siè arrivatia questo punto- accusa Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente - Si va dalla veranda trasformata in locale alla villa totalmente abusiva. Ed è un fatto ancor più grave se si pensa che 27 anni fa, ancor prima delle norme nazionali, una legge sul turismo in Sicilia stabiliva l' inedificabilità assoluta nella fascia costiera». Le istanze di sanatoria pendenti davanti alla Regione sono ufficialmente 770mila. «Ma gli abusi non dichiarati sono almeno altrettanti», denunciano gli ambientalisti. «È solo la punta dell' iceberg, e il paradosso è che la norma regionale è più permissiva di quella nazionale, che impedisce di costruire fino a 300 metri dalla costa: è la prova di come l' autonomia sia stata usata a danno della Sicilia - insiste Trizzino - Una legge sull' urbanistica manca dal 1978, per questo stiamo lavorando con gli Ordini e varie associazioni a un disegno di legge che presenteremo entro giugno e sarà basato sul minor consumo del suolo e una rivisitazione dell' esistente alla luce del tutela del paesaggio». Ma sono cifre che non stupiscono Legambiente, secondo cui sono il risultato di lunghe stagioni di «irresponsabilità politica»: «Nelle nostre ricerche, ci siamo resi conto che gli abusi aumentavano quando venivano annunciate nuove sanatorie, anche se non riguardavanoi territori in cui venivano fatti. In sostanza, passava un messaggio che incitava all' abuso. La colpa non è solo degli amministratori, ma anche dei cittadini che hanno stravolto il territorio». Al termine della riunione di ieri, richiesta dal deputato Pdl Girolamo Fazio, il governo regionale ha aperto alla discussione su una nuova normativa sull' abusivismo edilizio nelle fasce costiere. Adesso, la commissione dovrà lavorare a un ddl, riesaminando anche quelli già presentati: «Ma discuteremo solo quelli compatibili con il rispetto dell' ambiente - precisa Trizzino - Deve valere il principio del "territorio zero", per cui si costruisce solo dove necessario e secondo i piani paesaggistici». In commissione, spiega Trizzino, è stato però ripresentato un ddl aprovato un anno e mezzo fa e poi bocciato a Sala d' Ercole che avrebbe sanato le case abusive entro i 150 metri dalla costa, tra cui quella del suo primo firmatario, il deputato Mpa Paolo Ruggirello. Il Movimento 5 Stelle annuncia battaglia contro qualsiasi ipotesi di nuove sanatorie: «Sono sicuro che anche il governatore Crocetta e l' assessore al Territorio Lo Bello sono contrari a questi rimedi di comodo che non rappresentano una soluzione. Serve una legge quadro sull' urbanistica, sulla quale stiamo lavorando e che al più presto porteremo in commissione e quindi in aula. La soluzione non può più passare attraverso norme "tappabuchi", ma deve essere demandata a una manovra organica che rinnovi tutta la materia alla luce del minimo consumo del suoloe del ripristino di tutti quei territori che subiscono il degrado degli abusi». Sul tavolo della commissione arriverà anche la proposta di Legambiente di stabilire una linea di inedificabilità a 1 km dal mare: «Può sembrare troppo, ma è realistico se vogliamo davvero invertire la rotta. Nessuno deve parlare più di sanatorie edilizie».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news