LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Verona. Goldin guida il pubblico dal palco e racconta la storia del paesaggio
D.O.
Corriere del Veneto - Verona 9/5/2013

VERONA Quasi tre secoli raccontati attraverso i paesaggi. A partire dal Seicento, quando accadde qualcosa di magico e di segreto nella storia dell'Arte. Dipingere la natura, da attivit disdicevole, un passatempo per signorine, secondo la vulgata dell'epoca, divent un nuovo genere artistico. A parlare Marco Goldin, direttore di Linea d'ombra, ideatore della mostra Verso Monet - storia del paesaggio dal Seicento al Novecento. Ieri sera la grande presentazione - spettacolo al Teatro Filarmonico, con Goldin nelle vesti di Virgilio e la presentazione, quadro per quadro, dei novanta dipinti che, dal 26 ottobre, saranno ospitati in Gran Guardia. Nomi imponenti, come lo stesso Claude Monet, a cui sar dedicata gran parte della rassegna.
Un'autentica mostra nella mostra, la sezione che vedr protagonista l'impressionista francese, con 25 quadri, tra cui alcune versioni delle Ninfee, paesaggi della costa normanna, fino all'isola veneziana di San Giorgio Maggiore catturata al tramonto.
Tele che arrivano sia da musei europei, come il National Museum of Wales, sia americani, tra cui il Boston Museum of Fine Arts. Tra i nomi pi noti al grande pubblico figurano certamente Vincent Van Gogh e Paul Cezanne. Del primo ci sar il celebre Uliveto e i Campi di grano in un paesaggio collinare, dipinto nel 1889. Del pittore francese che apr al cubismo la mostra esporr La diga di Franois Zola. E ancora: un Paesaggio tahitiano e Neve a Vaugirard di Paul Gaugin, le Case ai piedi di una scogliera di Edgar Degas, La Senna a Chateau di Renoir. Ampia la selezione anche per i romantici dell'Ottocento, con opere di Caspar David Friedrich (Mare al chiaro di luna), di Turner (Paesaggio con fiume e montagne in lontanza) e di una vecchia conoscenza della Gran Guardia, Camille Corot, suo il Viale alberato nei pressi di Ville- d'Avrai. A rappresentare il Settecento e i suoi vedutisti, nomi come Francesco Guardi, Canaletto (con la Veduta di Venezia da piazza San Marco) e Bernardo Bellotto.
La mostra sar caratterizzata da un percorso cronologico, che spiegher la genesi del genere pittorico paesaggistico. Alle origini, due pittori francesi, Nicolas Poussin e Claude Lorraine, attivi in Italia, i primi ad uscire negli spazi aperti per portare la natura autentica, loro contemporanea, nello studio dell'artista. Una rivoluzione che cambier il modo di intendere l'arte, aprendo alle grandi sperimentazioni dei secoli successivi.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news