LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Condono preventivo, frenata di buonsenso
Gian Antonio Stella
12-MAR-2005 CORRIERE DELLA SERA




Urrah? Non esageriamo: il pericolo non è del tutto scampato. Chi si è battuto in queste settimane contro il rischio mortale che, in nome di un peloso ammiccamento all’«efficienza», passasse il via libera a ogni impresa edilizia, commerciale e industriale dopo un irreale silenzio-assenso di trenta giorni, il tempo insufficiente a certi uffici italiani a protocollare un documento e smistarlo alla stanza accanto, ha però buoni motivi per essere soddisfatto.

Il contestatissimo provvedimento è stato stralciato dal decreto sulla competitività varato ieri dal Consiglio dei ministri e sarà riciclato in un disegno di legge che, dopo aver perso lungo il cammino la pericolosissima estensione anche alle, opere progettate su aree o immobili sottoposti alle tutele ambientali, artistiche e monumentali, sarà chiamato ad affrontare un dibattito parlamentare dal quale potrebbe uscire con qualche ulteriore correzione.

Vince, per ora almeno (tocchiamo ferro...) chi come questo giornale aveva denunciato tutte le insidie di un rovesciamento precipitoso e incosciente di una tradizione di inghippi burocratici che, passando da un estremo all'altro, sarebbe stato letto come una sorta di sanatoria preventiva ad ogni tipo di abuso, finendo per diventare una scelta scellerata con cui lo Stato, per usare le parole di Sabino Cassese, avrebbe «chiuso i battenti» cedendo a ogni assalto di furbi.
Vincono gli ambientalisti e le associazioni come Italia Nostra e altre che si erano sollevate ammonendo: sarà un disastro.
Vince il buonsenso. Ma vincono anche quanti, dentro la maggioranza e il governo, come il ministro dei Beni culturali Giuliano Urbani e quello dell'Ambiente Altero Matteoli, si sono opposti alla scorciatoia. Scorciatoia che, in alcune regioni in cui lo Stato non è in grado neppure oggi, venti anni dopo, di chiudere tutti i condoni aperti nel 1985, era stata presentata dal loro collega Mario Baccini come «una svolta epocale, essenziale per ampliare le libertà dei cittadini e arrivare a uno Stato moderno». Forse, gli hanno spiegato, prima di premere l'acceleratore è meglio dare una sistematina alla macchina statale. E ai freni.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news