LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Puglia. Il nuovo tesoro di Monte Pucci
Maria Paola Porcelli
Corriere del Mezzogiorno - Bari 26/3/2013

Una necropoli ellenistica molto pi antica accanto a quella, gi nota, d'epoca paleocristiana. E sul Gargano spunta l'anello di Diomede

Potrebbe dar lavoro a tutta l'Italia la Puglia dagli importanti siti archeologici dove per esempio, da qualche giorno, non pi solo secoli di letteratura, mito e leggende testimoniano la presenza del guerriero omerico Diomede. Accade sul Gargano, territorio che ha appena consegnato agli studiosi e all'umanit un anello d'oro dal castone in agata su cui incisa la prima rappresentazione mai documentata su questo promontorio del profilo dell'eroe dell'Iliade; l'acheo Diomede in quest'immagine strappata all'oblio trattiene il Palladio, la statuetta raffigurante la dea Pallade donata da Zeus a Ilo perch Troia avesse il dono dell'inespugnabilit: il nostro la rub, travestito, con Ulisse, da mendicante. Un anello che la prova provata della viva presenza del personaggio di Diomede nell'immaginario collettivo degli abitanti del promontorio in epoca ellenistica. Siamo tra il terzo e il secondo secolo avanti Cristo.
Per la verit, complici di questa importante scoperta sono stati un finanziamento regionale (Por Puglia 2000-2006, asse II, misura 2.1), i lavori per la realizzazione di un parco archeologico, il cedimento della parete di una cavit naturale in localit Calenella di Vico del Gargano. E la sorpresa di trovarsi davanti 21 sepolture con i relativi corredi. All'inizio, una storia come tante. Una delle tante campagne di scavo dirette sul Gargano da Giovanna Pacilio, della soprintendenza ai Beni archeologici della Puglia guidata da Luigi La Rocca. Formicai di archeologi ed esperti che portano alla luce reperti importanti. Pronti anche qualche mese fa a riconoscere ulteriori ipogei e necropoli paleocristiane, risalenti quindi ad un periodo compreso tra il IV e il VII secolo d.C. in localit Monte Pucci, pi precisamente Calenella di Vico del Gargano. E invece, la sorpresa di sepolture molto pi lontane nel tempo e, nell'ipogeo 24, dell'importante documento. Avendo all'orizzonte, a poche miglia, le Diomedee Tremiti. Reperti che hanno attraversato il silenzio della Morte deposti, addormentati, sepolti dalla terra e dal tempo accanto ai corpi senza vita, per accompagnarli in un ricordo di quotidianit che mai pi sarebbe stata. Invece.
La Pacilio, che auspica una Puglia archeologica che dia lavoro all'Italia, ci racconta di oinochoe, cio bottiglie e anforette vitree romane o preromane, di armille, bracciali, in bronzo, e di anelli con castoni in pasta vitrea e di collane con pivoli in oro oltre a lucerne e pettini e calzari. Tutti ritrovati in questi ipogei ellenistici appena scoperti. E disegna una geoarcheologia della Daunia segnalando tappe importanti e citando, tra l'altro, la Salapia che fu porto ed emporio di Arpi. Dal V sino al III secolo avanti Cristo, a Sud-Est di Foggia. Era una grande palude, bacino di confluenza e foce di Ofanto e Candelaro. Dei corsi d'acqua dalle sorgenti appenniniche. Allora navigabili. Vie e canali di comunicazione e trasporto di frumento. Come da Siponto a Torre Pietra. Un territorio trasformato nei secoli dalle bonifiche. E che oggi la natura paludosa sembra essersi riconquistato. Un comprensorio interessantissimo, gravido di aspetti che ci si auspica di poter presto indagare.



news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news