LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Provincia di Bergamo. Troppi debiti con le imprese, Pirovano vende la villa gioiello
Anna Gandolfi
Corriere della Sera - Bergamo 23/3/2013

Il patto di stabilit continua a stringere e la Provincia riprova a mettere in vendita i gioielli di famiglia. Se vogliamo pagare le imprese e fare quadrare i conti, non ci resta che questa strada, dice il presidente Ettore Pirovano. Cos nel bilancio in via di stesura, oltre a risparmi di tutti i generi, sta per entrare anche la sede dell'assessorato al Turismo in viale Vittorio Emanuele, al piano terra di villa Finazzi (nota anche come villa Flora). L'assessorato potrebbe poi essere spostato in Borgo Santa Caterina, all'interno di un rimpasto di sedi per ridurre quelle in affitto.

I gioielli di famiglia per pagare i conti. Dalle parti della Provincia, che si appresta a mettere in vendita la sede dell'assessorato al Turismo in viale Vittorio Emanuele, sanno che questa ormai da un po' non pi una frase fatta. Se vogliamo pagare le imprese e fare quadrare i conti, non ci resta che questa strada, allarga le braccia il presidente Ettore Pirovano. Il bilancio dell'ente in via di stesura, e gi si sa che sar lacrime e sangue: le fatture che vanno liquidate a fornitori e imprese che hanno gi concluso i lavori arrivano a 20 milioni di euro, e per la fine del 2013 la cifra dovrebbe raddoppiare. Il problema (arcinoto) si chiama patto di stabilit, che blocca l'uso di fondi nostri che invece si accumulano a Roma. Per pagare le opere pubbliche oggi il saldo arriva a dodici mesi, e solo nel 2012 ci sono state 71 richieste di certificazione di fine lavori per ottenere di essere liquidati pi rapidamente dalle banche che poi, grazie ad accordi con l'ente, si rivolgono a via Tasso si deve ricorrere ad altre strade. La vendita dei propri beni una, ed cos che mentre i quasi 23 milioni di azioni dell'autostrada Serenissima sono ancora in cerca di acquirente dopo ripetute aste deserte in Via Tasso hanno appena messo nero su bianco un piano di risparmio sugli immobili, con traslochi che puntano a razionalizzare spazi e budget. Il dossier non definitivo ma alcuni capisaldi emergono, primo fra tutti quello che prevede lo spostamento dell'assessorato al Turismo che oggi occupano l'intero piano terra di propriet (i piani alti sono invece privati) della villa-gioiello al civico 20 di viale Vittorio Emanuele. Si tratta di Villa Finazzi, nota anche come Villa Flora: il palazzo, ai piedi di Citt Alta, stato costruito nel 1915 dall'architetto Barboglio e si fa notare dai passanti con tanto di targhe descrittive. Una sede prestigiosa e secondo le previsioni molto appetibile: da una prima valutazione economica si superano i due milioni di euro. Tutto ufficioso e la conferma si avr alla pubblicazione del piano delle alienazioni in lavorazione con il bilancio ma, anche a detta del presidente, la situazione economica non ci d molta possibilit di scelta. E oltre ai vincoli del patto nel 2013 affronteremo 17 milioni di tagli statali. L'assessorato al Turismo potrebbe spostarsi in Borgo Santa Caterina, dove ha gi sede la Cultura. E questa solo la punta dell'iceberg di una razionalizzazione necessaria, senza considerare che sul 2014 c' l'incognita del commissariamento dell'ente. Circa 450 mila euro la stima potrebbero essere risparmiati se si liberassero gli spazi in affitto che fra via Camozzi e Palazzo Rezzara (viale Papa Giovanni XXIII) ospitano i settori Ambiente, Sociale e Lavoro. L'incastro complicato ma si ipotizza di utilizzare a fondo gli spazi della Cittadella dello sport (dove si concentra la Caccia lasciando spazi in via Calvi). Non definitivo dice Pirovano , ma il piano dovrebbe essere concluso a breve. Altri spazi che potrebbero entrare in gioco, sono quelli del palazzo centrale in via Tasso, che per met affittato dalla Provincia alla prefettura. Quest'ultima, oltre agli uffici del vertice e agli alloggi istituzionali, comprende anche spazi lasciati liberi da uffici (parte migrati oggi in Piazza della Libert). Via tasso in cui il demanio l'obiettivo di razionalizzare appartiene a tutta la pubblica amministrazione avrebbe gi effettuato sopralluoghi per valutare la situazione ed eventuali economie.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news