LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Botticino. Lass a San Gallo nel pronto soccorso delle opere d'arte
Luca Angelini
Corriere della Sera - Brescia 19/3/2013

In cura anche tesori alluvionati in Liguria

Il posto dove s'impara l'arte di curare l'arte sta in cima a un colle che guarda dall'alto le cave di Botticino. E non dev'essere un caso: l sotto staccano dalla roccia i pezzi per farne capolavori; qui sopra t'insegnano come rimettere assieme i capolavori in pezzi. S, in effetti siamo una specie di pronto soccorso scherza Maria Teresa Previdi, direttrice della Scuola regionale Enaip per la valorizzazione dei beni culturali, aperta nel 1974 a San Gallo di Botticino, nel trecentesco ex monastero della Santissima Trinit . Tant' che le opere d'arte su cui far lavorare i nostri ragazzi le scegliamo non tanto in base al valore artistico, ma al livello di danneggiamento: peggio sono messe, meglio per noi.
Giusto per capirci: negli ultimi mesi, quass sono arrivate diverse opere delle chiese liguri danneggiate dall'alluvione di ottobre 2001 fra Cinque Terre e Val di Vara. Tipo la Madonna con bambino e Sant'Antonio appoggiata alla parete di uno dei laboratori: Viene dalla parrocchiale di San Giovanni, a Monterosso spiega Elisabetta Arrighetti, coordinatrice dei corsi di restauro ed era coperta di fango fino a met altezza.
Ma non di soli dipinti su tela si occupano gli ottanta ragazzi (in verit, in maggioranza ragazze) della scuola post-diploma di Botticino. La lista degli altri settori di specializzazione lunga: sculture lignee e dipinti su tavola; dipinti murali e materiali lapidei (cio statue, sculture e affini); arazzi e tessili antichi; carta e libri; opere polimateriche contemporanee. Insomma, chi esce di qui in grado di ridare lustro a qualsiasi tesoro, dal Colosseo a un'installazione inceppata di Anish Kapoor.
E, di ragazzi, da qui ne sono usciti tanti. Oltre 500 restauratori e quasi 400 tecnici del restauro, con studenti arrivati anche da Grecia, Stati Uniti, ex Yugoslavia e persino Nuova Zelanda. In quasi quarant'anni di attivit, gli allievi di Botticino hanno restaurato pi di 1.100 beni mobili (in gran parte patrimonio ecclesiastico) e una quarantina di edifici e beni immobili. Uno degli ultimi cantieri stata la cappella di Santa Maria Bambina, nella chiesa del Buon Pastore a Brescia. L spiegano la Previdi e la Arrighetti i nostri allievi non solo hanno potuto lavorare con tempi da cantiere e su materiali di diverso tipo, dalle superfici lignee dell'altare alle vesti delle statue. Ma hanno avuto modo di toccare con mano le opportunit offerte dalla scuola, visto che i titolari delle aziende incaricate del restauro erano quasi tutti usciti da qui.
Il 15 febbraio, oltretutto, arrivata una graditissima notizia: il s all'accreditamento per attivare il corso quinquennale per restauratore di beni culturali. equiparato alla laurea magistrale spiega Maria Teresa Previdi e siamo per ora l'unica scuola professionale in Italia accreditata. Negli altri casi, pochi peraltro, si tratta di universit o di accademie. La speranza che il corso possa partire gi con il prossimo anno scolastico. Vedremo.
Ma cosa ci vuole per fare un buon restauratore? Servono senz'altro conoscenze di storia dell'arte, ma non solo. Qui facciamo lezioni di fisica, chimica, biologia, tecnologia dei materiali. Bisogna conoscere gli insetti che danneggiano il legno o la carta, i guasti che provocano le muffe, i muschi e i licheni che attaccano la pietra. davvero un po' come in un ospedale: anamnesi, diagnosi e cura.
E, come per la salute degli umani, anche per quella delle opere d'arte prevenire meglio che curare: Spesso i project work, cio le tesine di fine corso, dei nostri studenti si concludono con i consigli per i parroci o le amministrazioni proprietarie sulla manutenzione o il ritocco delle opere restaurate.
Suggerimenti da tenere bene a mente anche per la pi prestigiosa opera (almeno per i bresciani) al momento affidata alle cure dei ragazzi di Botticino: lo Stendardo della Mercanzia, un lungo drappo rosso con l'immagine dipinta dei santi Faustino e Giovita, patroni della citt, che Sante Cattaneo avrebbe realizzato attorno al 1775. Era stato ritrovato quasi per caso, un paio di anni fa, in una soffitta dei Civici Musei. Piuttosto malconcio. Ma, nel laboratorio arazzi e tessili antichi, diretto da Elisabetta Boanini, sta risorgendo a nuova vita: Contiamo di poterlo finire entro fine anno, in modo da poterlo esporre in chiesa per la festa patronale del 2014.
Piccola annotazione finale: nella stanza di fianco a quella dello Stendardo della Mercanzia capita che s'incrocino, in attesa d'intervento, un piviale d'una chiesa ligure, parati liturgici della sinagoga di Livorno, mappah ebraiche del Magreb e bandiere ottomane. L'arte dice Elisabetta Boanini con un sorriso supera tutte le barriere. Il restauro, anche qualcuna in pi.



news

17-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news