LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TESORI DA SALVARE Da Leonardo a Niemeyer la bellezza torna a splendere
CRISTIANA SALVAGNI
LUNED, 18 MARZO 2013 la repubblica

Restauro

I capolavori dellarte e dellarchitettura soffrono i danni del tempo e della natura. Ma le tecnologie per rimetterli a nuovo e proteggerli ci sono, un settore in cui lItalia allavanguardia. Se ne discute a Ferrara in una serie di convegni, unoccasione per pianificare la ricostruzione dellEmilia dopo il terremoto



Pu nascere dalle macerie unedilizia pi efficiente, sostenibile, antisismica. laltra faccia che emerge dal terremoto emiliano, dieci mesi dopo le lunghe scosse che hanno ferito o fatto crollare monumenti, edifici storici, abitazioni e capannoni industriali. Che hanno incrinato beni architettonici e opere darte e ora danno loccasione, curandoli, di ricordare limportanza della manutenzione preventiva. Circa 1.800 i beni vincolati danneggiati, tra cui 500 chiese; e poi musei, rocche, castelli, scuole, cimiteri. Proprio le macerie spingono a cercare metodi di ricostruzione allavanguardia, protagonisti dal 20 al 23 marzo al quartiere fieristico di Ferrara del Salone dellarte del restauro e della conservazione dei beni culturali e ambientali.
Giunto alla ventesima edizione, questanno si concentra sulla ricostruzione, in particolare emiliana. Il motto dovera ma non comera perch anche quando nel progetto di restauro laspetto e lo stile originari vengono rispettati, per evitare futuri cedimenti inevitabile inserire modifiche strutturali.
uno slogan che ricalca lo storico come era e dove era, coniato per il crollo del campanile di Venezia nel 1902, ma lesperienza ha dimostrato che un edificio messo in sicurezza non sar mai come prima, spiega larchitetto Carla Di Francesco, direttore per i Beni culturali e paesaggistici dellEmilia Romagna. Le chiese e i campanili, per esempio, sono i pi colpiti e la popolazione che vi affezionata vorrebbe riaverli uguali. Ma molto dipende dai finanziamenti e dalla fattibilit: i luoghi di culto hanno strutture articolate e non si pu recuperare tutto il materiale, servono materie prime e forme nuove. Se poi un edificio collassato su se stesso, complicato rimetterlo in piedi. Esclusa leccezione che conferma la regola. Come la torre dellorologio di Finale Emilia, il cui progetto di ricostruzione sar presentato proprio a Ferrara. La Torre dei Modenesi il simbolo di Finale, perch fa parte della fortificazione storica, per la popolazione motivo di identit civica, racconta Di Francesco. Ma allo stesso tempo fatta con mattoni, un materiale recuperabile e che d buone probabilit di avvicinarsi allaspetto originario. In questo processo un gradino fondamentale ladeguamento delle strutture al rischio sismico. Nel Modenese e nel Ferrarese si costruisce in muratura, con malte deboli. C bisogno di intervenire sulle fondamenta e sulle mura portanti, con tecniche di aggancio di coperture alle pareti, cos che ledificio risanato abbia una struttura pi resistente a eventuali nuove scosse , continua Carla Di Francesco.
Il paradosso, e anche il problema, che il sisma avvenuto in una zona ritenuta sicura, dove il terremoto in teoria non era possibile, riflette Carlo Amadori, ideatore del Salone. E lItalia purtroppo un Paese che affronta il problema solo quando la tragedia si abbatte, mai prima con la messa in sicurezza. Un approccio che comporterebbe lavori immani, che neanche consideriamo di attuare: dal dopoguerra lo Stato ha speso una cifra dieci volte superiore a quella necessaria per la prevenzione sistematica. A tappare il buco c la ricerca, che ha messo a punto cinque tecniche davanguardia che saranno svelate, e dimostrate, in occazione del Salone. Nonostante la ricchezza dei nostri Beni culturali non ci sono risorse per valorizzarli. Ferrara una citt darte con un profondo appeal turistico, ma senza soldi non si pu fare nulla, spiega Amadori. E anche di nuove forme di finanziamenti, magari privati, magari provenienti dallestero, si discuter negli incontri.
E si parler delleccellenza delle competenze che gli specialisti italiani vorrebbero mettere a disposizione dei Paesi stranieri. Non siamo secondi a nessuno nel restauro , rilancia Amadori.

Potremmo per esempio dare una grossa mano anche in India, in
America Latina e in altri Paesi emergenti in cui ci sono molte contaminazioni straniere ed europee. Sotto la lente dingrandimento c infatti la conservazione e il recupero del patrimonio architettonico del Novecento, con le questioni della sostenibilit, della sicurezza strutturale e della manutenzione preventiva. Discuteremo delle grandi architetture di Oscar Niemeyer in Brasile, di Le Corbusier in India e di quelle italiane in Argentina , continua Amadori. Opere che hanno meno di un secolo e per le quali gi si pone il problema del restauro. Si pensa che il cemento armato sia un materiale indistruttibile, ma in realt non c nulla di pi fragile perch polvere impastata. Se non viene protetto e messo in sicurezza mostra presto le sue debolezze. La manutenzione infatti indispensabile: andrebbe verniciato e impregnato con sostanze che lo rendono inattaccabile. Se viene abbandonato alle intemperie, dar dei problemi. Con danni, anche culturali, incalcolabili.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news