LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - La citt non vuole questo raddoppio ferroviario
LA SICILIA Domenica 17 Marzo 2013



Ieri pomeriggio il Kiwanis club Catania Est e il Forum catanese della Cultura e dell'Ambiente hanno promosso un incontro aperto al pubblico per ribadire ancora una volta il proprio no al progetto di raddoppio ferroviario previsto da Rete ferrovie italiane sul territorio di Catania nell'ambito della realizzazione del corridoio Messina-Palermo. Ora, poich realizzare la tratta diretta Messina-Palermo sarebbe stato troppo costoso, Rfi ha deciso una variante passando per Catania. E la citt ben lieta di usufruire dell'alta velocit, ma non al prezzo di scempiare il proprio territorio, di devastare le architetture barocche per cui il suo centro storico stato inserito dall'Unesco tra i patrimoni dell'Umanit, di separarsi per sempre dal mare.
I catanesi, per una volta uniti, l'hanno detto in tutte le salse trovando concordi e in prima linea il sindaco e l'amministrazione comunale, la sovrintendenza, le associazioni, i cittadini. Ma Rfi sembra sorda e, con la firma dell'accordo a Roma con il presidente della Regione, la preoccupazione cresce. Ieri, a ribadire il no al raddoppio ferroviario Zurria-Acquicella, stato il sindaco Stancanelli, l'assessore alla Mobilit Santi Cascone, il direttore del Darc dell'Universit di Catania Paolo La Greca, la sovrintendente Vera Greco, il dottor Filippo Cosentino del Forum e il dottor Elio Garozzo del Kiwanis, i presidenti degli Ordini di Architetti e Ingegneri Luigi Longhitano e Carmelo Maria Grasso, e il presidente di Ance Catania Nicola Colombrita.
Come si ricorder il progetto prevede il raddoppio della ferrovia dalla stazione centrale, che sar interrata di 9 metri, fino ad Acquicella passando su un'enorme rampa al passiatore per salire sugli Archi alla Marina che saranno ricoperti da una calotta di plexiglas alta 7 metri nel tentativo di garantire l'isolamento acustico, scelta che canceller il prospetto barocco sul porto. Poi il doppio binario comincer ad interrarsi all'altezza dell'Ostello della Giovent, arriver in trincea in piazza Federico di Svevia intercettando, e sventrando, resti archeologici, le mura di Carlo V e palazzi del Settecento e dell'Ottocento. Inaccettabile, tanto pi che gi stato elaborato un percorso alternativo per cui il doppio binario correrebbe sott'acqua, davanti alla capitaneria di Porto e poi dentro le lave per sbucare ad Acquicella risparmiando il centro storico.


17/03/2013



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news