LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PALERMO: "Quel portico è illegale” Denuncia alla Procura contro il progetto per Sant 'Erasmo
Massimo Lorello
13/03/2005, la Repubblica, ed. Palermo

Il Comitato per il centro storico si oppone all'Autorità portuale: "L'approdo turistico crea un danno ambientale"


LA SCORSA estate, il Comitato per il centro storico aveva presentato un atto di diffida all'assessorato regionale al Turismo e all'Autorità portuale contro la realizzazione del porticciolo di Sant'Erasmo. Ora che proprio l'Autorità portuale annuncia di volere andare avanti, e anche speditamente, con il progetto, il comitato fa scattare la contro mossa presentando una denuncia alla Procura della Repubblica.
Perché? «Per salvare l'approdo di Sant'Erasmo dalla trasformazione in porticciolo turistico», dice Carlo Pezzino Rao legale e presidente del comitato.
Per realizzare il porticciolo — ricorda il Comitato —è necessaria una variante al piano regolatore che non è mai stata fatta. È vero che la struttura è prevista dal piano regolatore portuale ma per legge è il piano generale della città a prevalere. E il porticciolo, nelle carte del Comune, non è contemplato.
«Quell’approdo e illegittimo e illegale — sottolinea Pezzino Rao — e non solo per la questione del piano regolatore. Nella zona esiste un vincolo idrogeologico che ha già mandato a monte la realizzazione di un parcheggio sotterraneo. E poi, realizzando il porticciolo, si violerebbe la legge Urbani che tutela i paesaggi. Per il nuovo approdo turistico è previ-sta la realizzazione di un muraglione che creerebbe gravi problemi ambientali e questo lo dicono i biologi marini. Ma poi, di quale porto turistico parliamo? In realtà stando alle informazioni in nostro possesso, ai turisti dovrebbero essere concessi solo pochi posti barca, il grosso sta tutto nella realizzazione di un rimessaggio a disposizione delle barche dei palermitani».
La scorsa estate il porticciolo aveva fatto litigare gli assessori regionali Fabio Granata (allora responsabile dei Beni culturali e oppositore del progetto) e Francesco Cascio (responsabile del Turismo) che invece ne era pro moto re. Ma Granata è poi tornato sui suoi passi: quando è subentrato a Cascio all'assessorato al Turismo ha detto sì al progetto pur assicurando la massima attenzione agli aspetti paesaggistici, con buona pace delle associazioni oppositrici del porticciolo.
Per l'approdo turistico di Sant'Erasmo, già finanziato con 9.200.000 euro dal Por Sicilia, esiste un progetto preliminare e la volontà di procedere in tempi rapidi alla sua realizzazione. «Abbiamo chiesto tante volte un incontro al presidente dell'Autorità portuale Nino Bevilacqua — aggiunge ancora Pezzino— ma non ci ha mai ricevuto.
Avremmo voluto spiegargli che non siamo contro la realizzazione dei porti turistici, solo che andrebbero costruiti nei posti adeguanti».
Cosa farne allora di Sant'Erasmo che tra l'altro da anni affonda nel degrado? Il Comitato per il centro storico propone una riqualificazione attraverso la realizzazione di giardini e la realizzazione di un approdo per battelli capaci di portare i turisti in giro per il golfo di Palermo. «Anche questo è turismo e tutela l'ambiente e il paesaggio», conclude Pezzino Rao.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news