LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dalla Calabria alla Sicilia proteste contro il ponte di Messina
VINCENZO FOTI
la Repubblica on line 12-03-05

MOBILITAZIONE nazionale di Legambiente contro il Ponte sullo Stretto. In Calabria, da Roccella Jonica a Villa San Giovanni, da Crotone a Cosenza fino a Gioia Tauro, tutta la regione è scesa in strada per chiedere lo stop al ponte e destinare allo sviluppo del Mezzogiorno investimenti più concreti. Ma le organizzazioni ambientaliste hanno organizzato volantinaggi e sit-in un po' in tutta Italia.

Il primo della "due giorni" organizzata da Legambiente ha registrato a Roccella Jonica un'intensa partecipazione. "Sono qui - ha detto il direttore nazionale Francesco Ferrante - per rimarcare la necessità avvertita da tutto il movimento ambientalista che la linea ferrata della ionica diventi una battaglia di carattere nazionale. Non è possibile che intere fasce di popolazione vengano tagliate fuori dal sistema dei trasporti e che per costruire il ponte le Ferrovie paghino una tassa talmente alta che finirà per incidere sul futuro del Sud".

Cento milioni di euro da pagare per trent'anni, più i fondi per tutte le opere di collegamento e il trasferimento di risorse ministeriali - circa 38 milioni di euro l'anno - dalle Fs alla società Stretto di Messina sono davvero troppi, denuncia Legambiente. In base alla convenzione stipulata tra il governo italiano e la società, le Ferrovie dovrebbero pagare un canone annuo di 100 milioni di euro per far passare i treni sul ponte. Senza considerare le spese per rifare la linea ferrata e renderla compatibile all'altezza della struttura.

Insomma, Trenitalia dovrebbe finanziare un'opera da più parti giudicata inutile e dannosa, con un'emorragia di somme ingenti che potrebbero invece essere destinate all'ammodernamento e al potenziamento del sistema ferroviario in Calabria, in Sicilia e in tutto il Sud.

Roberto Della Seta, presidente nazionale di Legambiente: "Prima del Ponte, molto prima c'è davvero tanto da fare. L'assenza di elettrificazione riguarda ancora il 36 per cento della rete, il 63 per cento delle tratte è ancora a binario unico e nelle regioni del Sud questi ritardi infrastrutturali raddoppiano. Rimangono solo briciole di denaro per potenziare la rete esistente. Investire sulla sicurezza e sul potenziamento dei treni deve invece rappresentare la priorità dei prossimi anni".

Il Ponte sullo Stretto verrebbe realizzato per intero con denaro pubblico; per di più lo Stato, oltre a investire 2,5 miliardi a fondo perduto attraverso società controllate come Fintecna, Anas e le stesse Fs, e a girare un canone annuo di 150 milioni di euro alla società Stretto di Messina, si impegna a coprire l'eventuale deficit conseguente alla scarsità di traffico sull'attraversamento. La convenzione stabilisce che entro il 31 dicembre 2011 Rfi - società del Gruppo Fs adibita alle infrastrutture - dovrà realizzare tre opere di contorno al Ponte: il collegamento con la nuova stazione di Messina, lo spostamento della linea tirrenica in corrispondenza di Cannitello e una "bretella" che congiungerà il ponte a Villa San Giovanni, costruita in galleria per recuperare il dislivello con i binari attuali.

L'esasperazione di ieri ha prodotto momenti di nervosismo, scaturito nell'improvvisa decisione di occupare i binari in prossimità della stazione di Roccella. Soltanto l'intervento degli organizzatori e dei politici locali ha impedito che la situazione degenerasse. Oggi si replica davanti alla stazione centrale di Reggio Calabria, dove ad attendere i manifestanti ci sarà un carro allegorico animato da una simbolica gallina dalle uova d'oro, emblema del vorticoso giro d'affari che alimenta la speculazione sulla grande opera. Nel primo pomeriggio, il corteo si sposterà a Messina.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news