LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ridotto il ruolo dei commissari
Giorgio Santilli
Il Sole 24 ore 11/03/2005

ROMA ■ Addio supersceriffi per la costruzione delle grandi opere autostradali. L'ultima versione del decreto legge per la competitività ridimensiona drasticamente, all'articolo 5, i poteri dei commissari richiesti a gran voce dalle concessionarie autostradali e impone alle stesse concessionarie l'applicazione — oltre che delle direttive Ue per l'affidamento degli appalti — della «legge obiettivo» e del general contractor. Senza più deroghe, se non quelle per procedimenti e gare in corso che si concluderanno entro tre mesi.
Vince, in sostanza, la posizione del ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi, che più volte aveva lamentato la mancata applicazione della legge obiettivo da parte delle società autostradali. E soprattutto vince l'opposizione dei ministri dell'Ambiente, Altero Matteoli, e dei Beni culturali, Giuliano Urbani, che avevano visto nei poteri ampi dei commissari previsti nelle prime versioni del provvedimento un attentato alla valutazione di impatto ambientale e alla normativa di tutela paesaggistica e del patrimonio storico, artistico e monumentale. Ci si riconduce, invece, al decreto «sblocca-cantieri», ribadendo i poteri dei due ministeri di tutela.
Ma il ridimensionamento dell'azione dei commissari è a largo raggio. Non potranno approvare, per esempio, come era previsto in tutte le bozze fino a mercoledì scorso, i progetti delle grandi opere "bypassando" addirittura l'inerzia politica del Cipe e il parere della conferenza

dì servizi. Avranno, in sostanza, gli stessi poteri dei commissari già previsti dalla legge obiettivo (articolo 2, comma 5, del Dlgs 190/2002) e dallo «sblocca-cantieri» (DI 67/1997, articolo 13). Ma non si spingeranno oltre, fino ai poteri emergenziali tipici della Protezione civile riconosciuti al commissario per il Passante di Mestre. Per la loro nomina, inoltre, andranno sentiti i presidenti delle Regioni e i sindaci dei comuni metropolitani.
Resta, invece, in materia di accelerazione delle opere autostradali, la norma che consente di sgomberare rapidamente il cantiere dopo la rescissione del contratto per grave inadempienza dell'appaltatore. Non è ancora chiaro, inoltre, se il rifinanziamento della legge obiettivo con i residui della legge 488/1992 — che andranno a finanziare «prioritariamente» le grandi opere — consenta di superare i 750 milioni finora ipotizzati per le grande opere nel triennio 2005-2007.
Resta anche la norma che ha scatenato polemiche furiose nelle ultime ore: è quella che sancisce l'ingresso di Sviluppo Italia nella progettazione delle grandi opere con la controllata Sviluppo Italia Engineering. Una norma contro cui hanno duramente protestato con Palazzo Chigi le società di ingegneria dell'Oice e gli ordini degli architetti e degli ingegneri accusandola di «sottrarre al libero mercato una sostanziale parte dell'ingegneria» e di violare le direttive Ue in materia di appalti dì servizi. Sviluppo Italia Engineering agisce oggi nel mercato protetto delle amministrazioni pubbliche attraverso convenzioni. Per le università il gruppo che fa a capo a Caputi — che proprio nella progettazione aveva iniziato con Proger — ha progettato sedi a Trieste, Pisa, Reggio Calabria, Catanzaro, Salerno, L'Aquila e Torino. Per i Comuni uffici giudiziari, per la Salute gli ospedali di Cosenza, Milano, Bergamo e Brescia.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news