LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CALABRIA - Sibari, distrutta due volte
GIAMPAOLO LACOBINI
GAZZETTA DEL SUD 30 gennaio 2013

La maggiore preoccupazione per lo stato dei preziosi mosaici

La storia nel fango: a Sibari adesso arrivano i volontari. L'archeologo D'Alessio: Una catastrofe. Contiamo di venirne fuori, ma temiamo che qualcosa possa andare perduto per sempre. Fosse un telegramma, questo ne sarebbe il testo. Ma non lo , perch non bastano poche parole, e forse nessuna parola davvero basta, per evitare il dilatarsi del dolore e della sensazione di impotenza che sale dentro quando ci si ferma ai margini della statale 106, davanti ad un cancello dal quale, fino a dieci giorni fa, entravano ed uscivano visitatori di ogni nazionalit. Oggi passano soltanto i mezzi di soccorso. Vigili del Fuoco, operai del Consorzio di Bonifica, persino gli orgogliosi agricoltori della Coldiretti. Con le loro idrovore giorno e notte si alternano per svuotare la piscina in cui s' trasformata l'antica capitale della Magna Graecia. Il 18 gennaio, all'alba, il fiume Crati ha travolto gli argini e s' riversato fin qui, dove nel 720 a. C. gli Achei avevano edificato Sybaris, la pi opulenta tra le colonie magnogreche fino al fatale conflitto con Crotone, che nel 510 a.C. la rase al suolo. Vennero poi Thurii (444 a. C.) e dopo ancora (nel 194 a. C.) Copia, colonia romana. E quel che fino a quel maledetto 18 di gennaio all'occhio si mostrava era ci che delle due citt, Thurii e Copia, costruite l'una sulle rovine dell'altra, l'incedere dei secoli aveva restituito anche grazie agli scavi avviati, negli anni Trenta del secolo scorso, dall'archeologo Umberto Zanotti Bianco. Confinato a Sibari per una fastidiosa (per altri) allergia al fascio littorio. Quelle ricerche avevano permesso di localizzare con certezza, dopo numerose e contraddittorie ipotesi, l'impianto urbanistico di Thurii, progettato da Ippodamo di Mileto, racchiusa in magna pars nel parco del Cavallo, cui s'aggiunge, non molto distante, il parco dei Tori. Ben visibili due grandi arterie: una corre da nord a sud, l'altra da ovest ad est. Su questi stradoni sboccava la rete parallela delle vie dell'abitato. Tutt'attorno le terme, ma anche i ruderi del teatro romano, con la sua platea, la cavea ed i muri perimetrali, e gli affreschi ed i mosaici che adornavano le case signorili, pi romane che greche. Era cos. Oggi non lo pi. Domani, chiss. Per giorni il livello dell'acqua s' mantenuto sopra i 5 metri. Poi, a met della scorsa settimana, il lento ritorno alla normalit idraulica, ma solo a quella. Perch via l'acqua emerso il fango. Che ricopre ancora muri, colonne, pavimenti, mosaici. Quando ho visto di persona quello che era capitato racconta Alessandro D'Alessio, archeologo e funzionario dell'ufficio territoriale archeologico di Sibari mi sono detto: un disastro: come e quando ne usciremo? L'interrogativo resta attuale, tra lampi di fiducia e nubi di terrore. Silvana Luppino, direttrice del polo archeologico sibarita, per uscire dall'incubo fa la spola tra Sibari e Reggio Calabria insieme alla Soprintendente Simonetta Bonomi. Insieme studiano piani d'azione e tessono rapporti e contatti con Roma, che fin qui s' sentita solo al telefono. E presto per fare una stima dei danni. Solo in queste ore sono riemersi, ad esempio, la domus che sta ai lati della platea, l'emiciclo del teatro, le terme, dice intanto D'Alessio. Impressioni, almeno quelle? Siamo fiduciosi, aggiunge, facendo professione di ottimismo. Ma la paura resta. Palpabile. La preoccupazione per ci che ancora non si vede, per i mosaici e i piani pavimentali: le pavimentazioni in lastre di marmo, peraltro di recente oggetto di lavori di rafforzamento, dovrebbero essere salve, ma per i mosaici temiamo danni irreparabili. Ma saremo in grado di dirlo con certezza solo quando potremo almeno vederli. Per riuscirci, si pensa a combinare il lavoro di speciali idropulitrici e l'opera di operatori qualificati, confidando naturalmente in finanziamenti straordinari del ministero e di investitori privati. Che non dovrebbero mancare, come gi non mancherebbero i volontari disposti a dare una mano per venir fuori dall'emergenza: Abbiamo ricevuto moltissime offerte d'aiuto in tal senso: quando il quadro sar ben definito, valuteremo se e come avvalercene, conferma D'Alessio, richiamando alla mente la suggestione degli angeli del fango, che volarono su Firenze nell'autunno nero del 1966. Altri tempi, ma il tempo che passa a volte ritorna. E stavolta il fango s' mangiato Sibari, condannando a morte la storia. E quel che peggio, pare che il resto d'Italia stenti ad accorgersene.



news

24-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news