LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SIBARI (COSENZA) - Quel luogo leggendario distrutto dall'inerzia
Salvatore Settis
La Repubblica, mercoled 30 gennaio 2013

Coperta dal fango del fiume Crati, Sibari patisce per la seconda volta nella sua storia millenaria il supremo oltraggio dell'oblio: la prima fu per la ferocia della guerra, la seconda (oggi) per l'inerzia delle istituzioni. Modello di ricchezza e di cultura urbana avanzata (odi "lusso"), Sibari fu per due secoli (il VII e il VI a. C.) la pi opulenta citt dell'Occidente greco, lasciandosi dietro una scia di narrazioni, spesso leggendarie. Aveva, dicono le fonti antiche, un perimetro di 50 stadii (quasi 10 km), e 300.000 abitanti; ne dipendevano quattro popoli e 25 citt. Nelle feste, si snodava una processione di 5000 cavalieri. Batteva moneta, emanava leggi, assicurava il contatto fra le colonie greche d'Anatolia (specialmente Mileto) egli Etruschi. Lotte intestine e la rivalit della vicina Crotone portarono nel 510 a. C. le truppe di Sibari a una rovinosa disfatta. 1 Crotoniati misero a ferro e fuoco la citt, e sulle rovine fumanti deviarono le acque del Crati, per distruggerne anche la memoria. Pochissimo si salv delle meraviglie d'arte che vi erano raccolte: fra queste una stoffa preziosissima (la pi famosa fra quelle tessute dai Greci), che fini nel santuario di Fiera Lacinia a Crotone, da cui fu depredata dal tiranno di Siracusa Dionigi il Vecchio, e poi venduta a caro prezzo a Cartagine (IV sec. a. C.). Enorme fu nel mondo greco l'impressione della distruzione di Sibari: a Mileto fu decretato il pubblico lutto. Per oltre due millennii, si perse memoria di dove Sibari sorgesse: fu Umberto Zanotti Bianco (archeologo e filantropo, primo presidente di Italia Nostra e senatore a vita) a individuare il sito in scavi del 1932, come fu poi confermato da ricerche della Soprintendenza nel 1962. Sibari divenne dal 1970 un mirabile campo scuola che ha formato generazioni di archeologi, sotto la guida di Piero Guzzo e poi del-la Scuola Italiana di Atene. Ma tutto ha coperto il fango del Crati, rinnovando dopo due millenni e mezzo la violenza dei Crotoniati. Davanti a tanta sciagura, inutile strapparsi le vesti e levare alti lai. Inutile consolarsi favoleggiando di siti Unesco, interventi europei, aiuti extraterrestri. Per cercare una soluzione dobbiamo analizzare errori, denunciare responsabilit: l'incapacit delle nostre istituzioni di gestire se stesse e di mettere in sicurezza il territorio, l'assenza di una cultura della prevenzione. L'inerzia del ministero dei Beni Culturali, in linea con il sonnolento attendismo di Ornaghi, non stupisce ormai pi nessuno. Ma la responsabilit di un sito cosl importante non . pu essere solo di un ministro, dovrebbe impegnare il Governo. O l'Italia di oggi si considera, contro Sibari, alleata della Crotone del 510 a. C.?



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news