LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'Appia patrimonio dell'umanità
FRANCESCA GIULIANI
la Repubblica - cronaca di Roma 04-03-2005

LA VIA Appia patrimonio dell'umanità, sito protetto e riconosciuto dall'Unesco, l'Organizzazione delle Nazioni unite che si occupa della tutela del patrimonio e della cultura mondiali ma anche tutelata da una legge nazionale fatta su misura per tenerla viva sul modello di altre strade storiche e nobili nel cuore della vecchia Europa. Sono le richieste più forti emerse nel corse della prima delle tre giornate di convegno sulla regina viarum - segno di una cultura unificante, luogo simbolo di attraversamenti - organizzato in occasione dei 50 anni di militanza civile di Italia Nostra nelle sale del Museo nazionale romano a Palazzo Massimo. La richiesta di ascrivere la
strada che univa (e unisce, sia pure a brani) Roma e Brindisi è stata formulata a più voci, a cominciare da quella del sottosegretario ai Beni culturali, Nicola Bona nell'intervento di apertura del convegno fino a quella di Roberto Morassut, assessore all'Urbanistica del Comune.
Che non si possa ragionare in termini "localistici" o "romano-centrici" è opinione comune degli intervenuti da Carlo Ripa di Meana a Willer Bordon e Italia Nostra ha rilanciato l'idea, e la necessità, di una legge nazionale per renderla patrimonio culturale vivo: «Soltanto una piccola parte dell'antico asse viario è adeguatamente conservata - ha ricordato Desideria Pasolini dall'Onda -. Una legge nazionale che individui un sistema di aree da unificare in un parco lineare permetterebbe la valorizzazione culturale di un percorso con una storia degna della via Francigena e del cammino di Santiago, gestite con ben altra attenzione». Un processo da vivere anche sul territorio ad esempio «attivando lungo l'Appia dei cantieri-scuola in cui sia possibile fare tirocinio partecipando adei campi di lavoro», come ha suggerito Annalisa Cipriani della sezione romana dell'associazione.
Il passato è immenso, tanti i progetti per il futuro. Fra le urgenze segnalate, quella di cui ha scritto Adriano La Regina su Repubblica ieri, proposta raccolta da Angelo Bonelli, capogruppo verde alla Regione Lazio, che lancia una proposta di legge regionale Der inserire il Colle della
Strega all'interno del parco: «L'impegno è di far approvare la proposta di legge all'inizio della prossima legislatura. È necessario proteggere l'unico polmone verde residuo tra i quartieri Colle di Mezzo e Giuliano Dalmata nel XII municipio area considerata da sempre importante corridoio biologico che deve costituire parte della rete ecologica regionale».
Larga parte deÌTAppia è sotto le cure del Campidoglio: «Stiamo progettando la riconnessione del Palatino alla Valle Murcia. In questo rientralapedonalizzazio-ne di via dei Cerchi eia ripresa degli scavi al Circo Massimo - ha ricordato Morassut - E c'è anche un primo progetto che stiamo discutendo con i cittadini per la realizzazione del Parco delle Mura aureliane da Porta Metronia a via Latina».
Sulla strada di un futuro migliore per l'Appia va anche ricordato come il sottosegretario Bo-no stia discutendo in questi giorni alla Camera il primo provvedimento legislativo italiano che prevede delle linee di indirizzo per individuare i siti da segnalare all'Unesco e soprattutto le successive modalità di valorizzazione: «Puntiamo ad introdurre un modo nuovo di gestione del patrimonio culturale partendo dai siti d'eccellenza iscritti nella lista mondiale». Ma il "visto" dell'Unesco, anche una volta conquistato non basta, ammonisce l'architetto Vezio De Lucia: «Sia detto senza polemica. Ma l'Appia antica haun valore a prescindere dal "bollino" delle Nazioni unite. Non può certo continuare a vivere come merita usufruendo soltanto di leggi regionali».
Quella di oggi sarà ancora una giornata di interventi tecnico-politici, fra gli altri il soprintendente comunale La Rocca parla del «Contributo del Comune per il Parco archeologico», Vittoria Calzolari di «Un modello di pianificazione paesaggistica per l'Appia», Rita Paris di «Esempi di restauro archeologico e ripristino paesaggistico». Concluderanno i lavori la performance di Giuseppe Cederna nell'aula Ottagona delle Terme questa sera e, domani mattina, il saluto del ministro Urbani presso la tomba di Cecilia Metella. Info 06.45439118.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news