LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Al via da oggi i tavoli tecnici per la competitività: Enit e incentivi per la banda larga
PAOLO ANDRUCCIOLI
il manifesto - 01 Marzo 2005






Si parte oggi con i tavoli tecnici (è stato stabilito tutto il calendario degli incontri), ma fino a ieri sera il documento elaborato dal governo sulla competitività non era stato consegnato ancora ufficialmente alle parti sociali che sono coinvolte. Solo le agenzie di stampa hanno cominciato a dare in tarda sera qualche prima anticipazione dei contenuti dei due provvedimenti (che però potrebbero diventare un unico testo).

Il documento del governo è molto corposo, 94 pagine, e spazia dalla semplificazione amministrativa, alle misure specifiche per singoli settori.

In evidenza, per esempio, le misure per lo sviluppo della banda larga. Gli interventi per la realizzazione delle strutture per la banda larga già previste dalla delibera Cipe del novembre del 2003 potranno essere realizzate in tutte le aree sottosviluppate.

Il testo del governo allarga dunque la vecchia delibera del Cipe che prevedeva interventi dello Stato per la realizzazione di reti a banda larga in tutte quelle zone dove gli operatori privati non avrebbero realizzato simili strutture, non ritenendole vantaggiose dal punto di vista dei profitti di impresa. Così - sempre secondo le anticipazioni diffuse ieri sera - l'articolo specifico della bozza del governo ribadisce il contributo di 5,1 milioni di euro all'anno per la fondazione Ugo Bordoni nel triennio 2005-2207. Cambia anche il capitolo Umts. La bozza dei decreti (o del decreto) cambia infatti la finanziaria 2004, togliendo dalle piattaforme per la banda larga, che usufruiscono dell'incentivo di 75 euro per ciascun utente, il sistema di telefonia mobile Umts.

Tra le altre novità che saranno contenute nel testo sullo sviluppo c'è anche l'annunciata trasformazione dell'Enit. Il vecchio ente nazionale per il turismo viene così posto in liquidazione e viene affidato a Sviluppo Italia il compito di costituire una società con capitale sociale di 50 milioni denominata Italia Turismo.


A questa nuova società saranno trasferiti il personale e le funzioni attualmente svolte dall'Enit. La missione di Italia Turismo, sempre secondo il governo, sarà quella di riorganizzare l'offerta turistica nazionale, la promozione all'estero del sistema turistico nazionale, la promozione di progetti strategici nazionali per incentivare la presenza dei turisti in Italia.

Alle Regioni verrà affidato un compito nella nuova società, visto che potranno designare quattro componenti su nove nel consiglio di amministrazione di Italia Turismo.

Nel nuovo testo del governo vengono ritoccate anche le norme sul silenzio-assenso nelle procedure di semplificazione amministrativa. Per il rilascio dei provvedimenti amministrativi «il silenzio dell'amministrazione competente equivale a provvedimento di accoglimento della domanda senza necessità di ulteriori istanze o diffide, se la medesima amministrazione non comunica all'interessato il procedimento di diniego».

I tempi del procedimento vengono ristretti. Si passa infatti dai 90 giorni inizialmente previsti ai 30. Altre misure verranno prese sempre in tema di semplificazione delle procedure burocratiche. Si tratta di un punto che stava molto a cuore della Confindustria.

Il presidente Luca Cordero di Montezemolo ha ripetuto in tutte le occasioni la sua richiesta di semplificazione per le attività di impresa. Ieri l'ex ministro dell'economia, Giulio Tremonti, ha rilanciato il discorso anche a livello europeo. Per Tremonti la semplificazione deve essere attuata in tutta la Ue, proprio lì dove le aziende sono più contrastate - dice - dalla concorrenza asiatica. Nelle procedure di semplificazione - lanciano invece l'allarme i sindacati - potrebbero essere inserite però anche le nuove norme sulla sicurezza, quelle previste dal Testo unico di cui parliamo in un altro articolo in questa pagina.

Il nuovo testo sul rilancio della competitività prevede anche una parte sugli investimenti in Italia. Al fine di coordinare tutte le iniziative utili ad accrescere gli investimenti finanziari e anche le risorse umane, verranno messe in atto alcune inziative ad hoc. Per questo scopo viene costituito presso il Cipe, un Comitato per l'attrazione delle risorse in Italia.

Nello stesso tempo la bozza del governo si preoccupa delle aziende italiane che sono andate all'estero. Le imprese italiane che hanno già trasferito la propria attività all'estero, ma che intendono investire nuovamente in Italia potranno farlo sulla base di speciali agevolazioni e sulla base degli incentivi concessi alle imprese estere regolare con i contratti di localizzazione. Nello stesso tempo viene anche costituito un fondo per il salvataggio delle aziende in crisi. Si tratta nello specifico di un fondo per il finanziamento degli interventi consentiti dagli orientamenti della Ue sugli aiuti di Stato proprio per il salvataggio e la ristrutturazione delle aziende in difficoltà.

Spetterà dunque ora alle parti, sindacati e organizzazioni degli imprenditori analizzare le varie proposte. La scorsa settimana il presidente Silvio Berlusconi aveva già annunciato che il governo è pronto anche a chiedere la fiducia sul provvedimento. Il varo è infatti previsto per venerdì.

Da oggi si svilupperanno quindi i cosiddetti tavoli tecnici. Oggi sarà la volta del capitolo giustizia(ovvero riforma del diritto fallimentare, diritto societario, ecc.). Domani si parlerà di attività produttive e innovazione, con una parte dedicata alle infrastrutture e all'ambiente. Sempre domani è previsto anche un tavolo sul welfare. Per giovedì sono previste riunioni sulla semplificazione, l'innovazione, la ricerca e «il capitale umano».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news