LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alfabeto figurativo 5. Re Mida, quando l'oro una condanna
di Tomaso Montanari
Il Fatto Quotidiano, 17 dic. 2012

Cera una volta un re. Si chiamava Mida, e regnava sulla Frigia.
Un giorno, alcuni contadini gli condussero un prigioniero. Era un vecchio, e si chiamava Sileno: lavevano catturato mentre, ubriaco fradicio, dormiva nei campi.
Ma re Mida era un re buono e festaiolo, e amava anche lui il vino. Cos
liber Sileno, e anzi indisse una festa di dieci giorni e dieci notti in cui il vino scorreva a fiumi. Poi riaccompagn Sileno a casa: la stessa casa dove abitava Bacco, il dio del vino.
Il dio fu cos felice di rivedere il vecchio amico, che invit Mida a scegliere un premio. Il re chiese: Fai che tutto quello che tocco col mio corpo si trasformi in oro. Fu esaudito, ma presto si accorse di non poter mangiare n bere pi nulla, perch tutto si trasformava in arido oro. Come si meritava, Mida era ossessionato dalloro: ed ebbe paura di morire di sete e di fame.
Allora il re torn di corsa da Bacco, disperato e pentito.
Per fortuna, gli dei sanno talvolta essere miti, e Bacco disse a Mida: Vai alle sorgenti del fiume Pactolo, metti il capo sotto il fiotto dellacqua e lava al tempo stesso il tuo corpo e la tua colpa. Mida fece proprio cos, e da allora si liber e visse felice: ancora oggi egli vive in campagna e tra i boschi, e odia loro e la ricchezza.
Anche i pittori raccontano le favole, e il pi grande favoleggiatore di tutti i pittori, si chiama Nicolas Poussin. Poussin aveva il dono di farci vedere i pensieri degli uomini che dipingeva, e di farci vedere anche lanima della natura in cui gli uomini vivono.
In questo quadro vediamo il re Mida in ginocchio, nudo, mentre si offre a questa specie di battesimo, di rinascita alla natura. Poussin amava molto le statue degli antichi romani, e proprio come loro rappresentava i fiumi in un modo strano e poetico: come dei signori nudi e sdraiati che versano acqua da un vaso.
Sembra di sentire il rumore del vento tra gli alberi, il gorgoglo delle fonti che sgorgano dalle anfore del vecchio Pactolo sdraiato, e le chiacchiere dei putti birichini che lo accompagnano. Lunico oro che vediamo sono le pagliuzze che lacqua porta via, e soprattutto loro leggero che piove dal cielo, nella luce del tramonto struggente che bagna il tronco dellalbero e scalda il corpo e il cuore di Mida pentito.
La pittura dolce e gentile di Poussin ha un messaggio per noi: la comunione con la natura ci libera dalla schiavit delloro.
Cera una volta, la comunione con la natura. Dovr tornare ad esserci, in futuro. Se lo vogliamo, un futuro.


Nicolas Poussin, Mida si purifica dalla brama delloro alle sorgenti del Pactolo, 1628 circa. New York, Metropolitan Museum of Art.

http://www.metmuseum.org/Collections/search-the-collections/110001776


news

18-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news